Comec s.n.c. viene fondata alla fine del 1979, con sede in Stradella di Collecchio, da Barbarini Corrado e Dattaro Enrico. La produzione per conto terzi si sviluppa da subito in svariati settori: dall’agricoltura alla conceria, dall’imbottigliamento alla movimentazione. Nonostante le ridotte dimensioni, proprio questa versatilità, in pochi anni, porta Comec s.n.c. ad essere conosciuta ed apprezzata sul territorio. Con la crescita dell’organico di collaboratori e operai specializzati che formano i reparti di lavorazioni alle macchine utensili, carpenteria e montaggio, si arricchisce via via anche il patrimonio di esperienze e di attrezzature.

Nel 1986 alla sede storica si affianca il primo stabilimento di proprietà con annessa palazzina di uffici. Nel 1993 dopo anni di esperienza produttiva con le macchine da conceria, viene acquisito il marchio Challenge da una ditta Belga leader di mercato. Si affianca così al settore “conto terzi” la produzione e commercializzazione di macchine per la concia delle pelli, e di filtri per le acque di processo. La ragione sociale diventa Challenge Comec s.r.l.

Durante gli anni ’90 il “parco macchine” si arricchisce di torni a controllo numerico e centri di lavoro CNC. Nel 1990 lo stabilimento viene ampliato, mentre nel vicino 2002 ad un nuovo ampliamento dell’area produttiva viene affiancato anche il raddoppio dei locali di servizio e ad uso uffici.

Attualmente Challenge Comec, conta quattro soci, dieci operatori, un impiegato di amministrazione e opera su una sede unica di 1700 mq, con 400 mq di uffici e locali di servizio, e una capiente rimessa coperta.